Angiologo Torino

La visita DEVE prevedere sempre una contestuale valutazione diagnostica strumentale non invasiva.

In questo modo al termine si può fare diagnosi di uno stato di malattia con certezza e immediatezza e proporre quindi il trattamento medico o chirurgico migliore per quella situazione.

Ricordiamo infatti che non sempre la soluzione deve essere per forza la chirurgia ma l'approccio di tipo medico-conservativo può avere nei casi appropriati ottimi e duraturi risultati.

A livello operativo sono in grado di proporre tutte le più moderne tecniche operatorie mininvasive a cui mi sono dedicato ovverosia in modo non esaustivo:

- ablazione laser tronchi safenici
- ablazione radiofrequenza tronchi safenici
- ablazione con ecoscleromousse tronchi safenici
- ablazione MOCA tronchi safenici
- ablazione cianoacrilato tronchi safenici
- scleroterapia tradizionale
- scleroterapia ecoguidata
- scleroterapia con realtà aumentata
- crioscleroterapia
- TRAP

angiologia

Per quanto riguarda la patologia arteriosa eseguo tutti i principali interventi di chirurgia vascolare (endoarteriectomia carotidea per eversione, sostituzione protesica per aneurismi dell'aorta addominale, by-pass di rivascolarizzazione arti inferiori) oltre ovviamente alle più moderne tecniche endovascolari mininvasive (angiografia con PTA/Stenting, ricanalizzazioni periferiche per steno-ostruzioni, endoprotesi aortica per aneurismi).

Ultimamente mi sono anche dedicato al trattamento con concentrato di cellule mononucleate proveniente da sangue periferico autologo prodotto con sistema dedicato marchiato CE e certificato per uso clinico che permette di arrivare a stimolare una neovascolarizzazione in caso di ischemia critica periferica al III e IV stadio della classificazione sec. Leriche-Fontaine, tale da togliere nel giro di pochi giorni il dolore ischemico e portare a guarigione le ulcere arteriose senza necessità di eseguire alcun intervento.

La metodica è sicura e non presenta effetti collaterali.

Si esegue l'applicazione in sala operatoria in sedazione e in giornata si può già tornare al proprio domicilio.

Generalmente possono essere necessari 2-3 trattamenti distanziati di circa 30 giorni.

Senza dubbi questa procedura si presenta come il futuro del trattamento vascolare nel caso di ischemia periferica e non deve essere sottovalutata nelle sue potenzialità.

Grande attenzione e interesse ripongo anche nella diagnosi e cura del trattamento delle ulcere degli arti inferiori.

L'ulcera va inquadrata da un punto di vista diagnostico (arteriosa,venosa,mista,neuropatica,immunomediata, ecc...) per poter eseguire correttamente il percorso terapeutico che mira alla guarigione della stessa.

Cura della malattia sottostante e cura locale della lesione trofica con debridement chirurgico/chimico/laser, bendaggi, medicazioni avanzate, VAC therapy, gel piastrinici, fattori di crescita piastrinici autologhi, ossigenoterapia iperbarica, ecc.

Copyright © Dottor Giorgio Ovidio Bitossi 2016
Studio: corso Ferrucci, 27 - 10138 Torino Tel: 392 981 6933| Clinica "I Cedri" - Fara Novarese Tel: 0321818111 | Humanitas Mater Domini - Castellanza (VA) Tel. 0331476210
Privacy & Cookie Policy